Contattaci Rss

Sesto San Giovanni: comunicato sui primi risultati della vertenza contro le spese a canone nelle case comunali


NELLE CASE COMUNALI

LE SPESE DIMINUIRANNO

 

Lunedì 9 dicembre si è tenuto a Monza il tentativo di mediazione tra un’inquilina assistita dal sindacato e l’Amministrazione comunale sul problema delle spese a canone nelle case comunali di Sesto San Giovanni; è un atto dovuto prima di andare in causa.

 

Come abbiamo già spiegato in altre occasioni le spese forfettarie (a canone) sono ammesse dalla legge solo se accettate da entrambe le parti e indicate nel contratto di affitto.

A Sesto da anni la gestione delle case comunali è stata esternalizzata e i costi delle manutenzioni elettriche, idrauliche, quelle per la riparazione dei portoncini di ingresso, degli impianti citofonici, degli impianti TV sono stabilite sulla base di un prezziario che però include spesso voci di spesa che sono per legge a carico della proprietà.

Se le spese sono a canone non si possono controllare i costi effettivi dei servizi che vengono erogati perché non c’è corrispondenza tra gli interventi effettivamente realizzati e le quote chieste agli inquilini.

 

L’Amministrazione comunale si è finalmente convinta che abbiamo ragione noi e che non le conviene andare in causa per cui ha accettato di tornare alla contabilizzazione reale con i consuntivi a fine esercizio.

Con i consuntivi spese anno per anno gli inquilini, attraverso i loro rappresentanti, possono controllare le fatture, possono verificare se le spese sono da considerare a carico dei conduttori o del Comune, possono visionare le tabelle millesimali.

 

I responsabili del Settore Demanio e Patrimonio hanno chiesto una proroga per cambiare il capitolato d’appalto della gestione delle case comunali e per approvare in Giunta il ritorno alla contabilizzazione sulla base di consuntivi reali.

 

Con il prossimo anno la gestione delle spese tornerà ai vecchi metodi e ci sarà presumibilmente una riduzione dei costi per gli inquilini.

Abbiamo chiesto che per gli ultimi cinque anni il Comune provveda a restituire agli inquilini le cifre pagate in più e nella prossima riunione di marzo, prima di firmare l’accordo, verificheremo l’entità di tali rimborsi.

 

IL PRIMO PASSO E’ STATO FATTO, ORA E’ COMPITO DEI CONSIGLI DI CASEGGIATO SEGUIRE PASSO PASSO LA VERTENZA ED EVENTUALMENTE ORGANIZZARE INIZIATIVE DI SOSTEGNO ALLA TRATTATIVA

 

CONSIGLI DI CASEGGIATO                                                                            UNIONE INQUILINI

Case Comunali                                                                                              via F.lli Bandiera 200

Sesto San Giovanni                                                                                        Sesto San Giovanni




Data notizia17.12.2019

Notizie correlate
Tessera 2020

5 x mille
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.