domenica, Maggio 26, 2024
Homedalle sediPisaUno scandalo toscano: 4563 alloggi ERP vuoti

Uno scandalo toscano: 4563 alloggi ERP vuoti

In Toscana esiste una “città vuota”: una città senza abitanti, ma non si tratta di un paesino disperso sugli Appenini o nella nostra bella campagna.

Si tratta, invece, delle 4.563 case popolari, che nella nostra Regione Toscana, risultano vuote. Cioè una città che potrebbe ospitare quasi 20.000 abitanti.

La cosa più grave di tutto ciò è che il suddetto numero evidenzia che una casa popolare su dieci è vuota, non assegnata, perché molte volte deve essere semplicemente… ristrutturata!!

Oltretutto, appare ancora più grave il suddetto fatto: visto che solo nel 2015 il numero di case popolari non assegnate si limitava a 1815, cioè in sette anni la “città vuota” di cui trattiamo è quasi triplicata!!

La suddetta situazione è certamente una vergogna ed una ignominia per la Nostra Regione, sopratutto considerando che dagli ultimi dati ministeriali è emerso come nel 2022 siano stati eseguiti ben 2490 sfratti. Cioè disponiamo di tutti gli alloggi che servirebbero per impedire alle famiglie toscane di finire per strada, ed invece sono semplicemente… da ristrutturare!!

Stiamo conducendo un’indagine sullo stato attuale dell’abitare nei singoli comuni, dal quale possiamo, certamente, tessere le lodi di alcuni comuni, come ad esempio Bientina e Ponsacco che, seppur di non grandi dimensioni, sono riusciti ad avere pochi alloggi vuoti (rispettivamente uno e due).

Dall’altra parte potremo, ad esempio, additare il Comune di Fucecchio, che ha 33 alloggi su 213 non occupati, oppure potremo polemizzare con certi comuni, che non sono neanche in possesso di un simile dato statistico, oppure potremo “mettere alla berlina” il Comune di Lucca, che ha 96 alloggi vuoti su 1045, oppure il Comune di Prato che ha 135 alloggi popolari, ancora da ristrutturare su 1578.

Oppure potremo evidenziare che sono 1576 gli alloggi vuoti solo considerando alcuni dei Comuni capoluoghi che ci hanno risposto.

In realtà se dobbiamo cercare la colpa non possiamo che invitare a guardarsi allo specchio.

Difatti, la colpa va ricercata certamente nelle politiche miopi della Regione Toscana, che ha permesso in sette anni l’aumento esponenziale degli alloggi ERP non assegnati.

Infatti, è impensabile ed irresponsabile che simili ristrutturazioni vengano lasciate sulle spalle dei bilanci comunali.

Appare doveroso intervenire prima su questa città di case popolari, che possa anelare a diventare l’undicesima provincia toscana e considerando il ritmo di espansione …mancano effettivamente pochi anni.

La presente lettera aperta viene inviata anche a tutti i Sindaci dei Comuni Toscani che ci hanno fornito i dati.

RELATED ARTICLES

Ultimi articoli