Contattaci Rss

Roma: il signor Gatta in sciopero della fame, l’unione inquilini solidarizza


Unione Inquilini
Federazione di Roma
Via Cavour 101 - 00184 Roma
tel 06/4745711 - fax 06/4882374
sito internet: www.unioneinquiliniroma.it
mail: roma@unioneinquilini.it
twitter: @romainquilini
facebook: unione inquilini roma


Roma 21 maggio 2015


Comunicato stampa


SCIOPERO DELLA FAME DEL SIGNOR GATTA,DISABILE AL 100% E CON MOROSITA' INCOLPEVOLE, LOTTA PER IL DIRITTO ALLA CASA. L'INPGI DEVE FERMARE QUESTO SFRATTO E IL COMUNE DEVE ATTUARE LA NORMATIVA SULL'ACCOMPAGNAMENTO SOCIALE PER GLI SFRATTATI CON MOROSITA' INCOLPEVOLE"
DICHIARAZIONE DI RENATO RIZZO, DIRETTIVO UNIONE INQUILINI ROMA


" Il signor Gianfranco Gatta è in sciopero della fame.
Regista della Rai,dopo aver perso il lavoro nel 2012,ha avuto una causa di sfratto per morosità da parte dell'INPGI, l'ente proprietario dell'alloggio del signor Gatta in via dei giornalisti.
Il signor Gatta ha fatto la richiesta di contributo all'affitto per morosità incolpevole e di accompagnamento sociale come previsto dalla legge 124/2013, articolo 6 comma 5,ma dall'assessorato alla casa finora è giunto solo un silenzio assordante,nessun aiuto e nessuna risposta.
Il Signor Gatta è da giorni in strada, sotto la sua casa e sta' attuando uno sciopero della fame totale, per protestare e rendere pubblica la sua condizione,che è gravissima, tenendo conto che è una persona disabile con invalidità riconosciuta al 100%.
Lo sfratto per il Signor Gatta è previsto per il 18 giugno, sfratto al quale pare sarà presente la forza pubblica.
L'Unione Inquilini esprime la propria solidarietà al Signor Gatta, e sostiene la sua lotta di inquilini moroso incolpevole che vede attaccato il diritto alla casa dall'Inpgi, un ente che non ha tenuto in alcun conto della situazione del Signor Gatta e che si è trincerato dietro l'atto "formale" di chiedere lo sfratto. Da parte dell'Inpgi nessun atto è stato attivato nei confronti del comune affinché gli fosse assicurato un passaggio da casa a casa. Non perché fosse tenuto a farlo istituzionalmente ma come atto di rispetto nei confronti di un suo inquilino in accertato stato di disagio economico.
Chiediamo all'Inpgi di sospendere l'esecuzione dello sfratto non chiedendo l'ausilio della forza pubblica per il 18 giugno e all'Assessore alla casa Danese di intervenire immediatamente e verificare, l'iter di riconoscimento dello status di morosità incolpevole e procedere alle forme di accompagnamento sociale previste dalla normativa vigente.
Invitiamo i cittadini del quartiere e tutti gli inquilini Inpgi a solidarizzare inviando mail all'Inpgi e a portare la propria solidarietà al Signor Gatta e alla sua lotta individuale ma comune a Roma a migliaia di cittadini nella sua stessa condizione.
Il presidio del signor Gatta,che porterà avanti fino alle strenue conseguenze, e' alla fine di via dei giornalisti.

Info 340 3385941

 

Foto correlate

  • IMAG0991



Data notizia21.05.2015

Tessera 2019

5 x mille
Appuntamenti
Viva il 900.
La nostra bandiera della pace.